Glia anni di Sergio

Gli anni di Sergio sono quelli che dimostra, quindi pochi ma con molta esperienza, purtroppo Sergio ha deciso di schierarsi e a quel punto è cambiata la sua vita. Sergio quanta tristezza mi provochi quando sei così abbattuto, ma d’altra parte non saprei come fare per fatela passare.  Mi mancherai Sergio ora che saremo costretti a separaci per un po’; … Continua a leggere

Er, l’immortalità secondo Platone II

Secondo Platone in ogni uomo esiste la reminiscenza..vale a dire che l’anima si reincarna sempre..infatti noi conosciamo gia tutto..dobbiamo però riuscire a ricordarlo.. Dopo la morte l’uomo arriva nel mondo perfetto e può vivere in tre modi.. se si fa trasportare totalmente dal cavallo bianco sarò filosofo.. se si farà trasportare dal cavallo nero sarà un contadino se invece si … Continua a leggere

Er, l’immortalità secondo Platone

Platone usa il mito di er per spiegare l’imortalità dell’anima.  Er era un guerriero della panfilia morta in battaglia ma che prima che diano fuoco al suo corpo(usanza greca)si rianima e racconta cosa ha visto nell’aldilà:ha detto che è stato Dio a rimandarlo sulla terra perchè potesse raccojntare che nell’aldilà c’è una specie di paradiso dove vanno le anime buone … Continua a leggere

Rivalutiamo Spinoza II

Spinoza è il più radicale assertore dell’assolutezza della verità.  Della presenza di Dio in ogni essere o ente esistente e della conoscenza che l’intelletto individuale può averne. Per Niezsche invece il solo approccio valido alla conoscenza sta nell’interpretazione e pertanto la vicinanza a Dio non è nello stare nel moto della creazione ma nell’essere, nel divenire flusso della creazione.   … Continua a leggere

Dopo Nietzsche rivalutiamo anche Spinoza e il suo ateismo costruttivo.

Il  Dio che è “natura naturante” dal quale esplodono tutte le cose senza che vi sia una volontà; come nel vangelo di Giovanni Dio è presente alla creazione ma non ne è l’artefice.  Per Spinoza credere nella creazione era una bestemmia intellettuale, il suo Dio non era creatore ma, assoluta potenza necessaria; non manipolava una materia a lui esterna, ma … Continua a leggere

Il simbolodel Papa IX

Nell’araldica in generale, sia civile, sia ecclesiastica (particolarmente nei gradi inferiori) è uso mettere al di sotto dello scudo un nastro, o cartiglio, che reca un motto, o divisa. Esso riporta in una sola o in poche parole una idealità, o un programma di vita. Il Cardinale Giuseppe Ratzinger aveva nel suo stemma arcivescovile e cardinalizio il motto: “Cooperatores Veritatis”. Esso … Continua a leggere

Il simbolo del Papa VIII

Un simbolo del tutto nuovo nello stemma del Papa Benedetto XVI è invece la presenza del “pallio”. Non è tradizione, almeno recente, che i Sommi Pontefici lo rappresentino nel loro stemma. Tuttavia, il pallio è la tipica insegna liturgica del Sommo Pontefice, e compare molto spesso in antiche raffigurazioni papali. Indica l’incarico di essere il pastore del gregge a Lui … Continua a leggere

Il simbolo del Papa VII

Oggi, giustamente, la cerimonia con cui il Sommo Pontefice inaugura solennemente il suo Pontificato non si chiama più “incoronazione”, come si diceva in passato. La piena giurisdizione del Papa, infatti, inizia dal momento della sua accettazione dell’elezione fatta dai Cardinali in Conclave e non da una incoronazione, come per monarchi civili. Per cui tale cerimonia si denomina semplicemente come solenne … Continua a leggere

Il simbolo del Papa VI

Lo scudo reca al suo interno – come abbiamo descritto – le simbologie legate alla persona che se ne fregia, alle sue idealità, alle sue tradizioni, ai suoi programmi di vita ed ai principi che lo ispirano e lo guidano. I vari simboli del grado, della dignità e della giurisdizione dell’individuo appaiono invece all’intorno dello scudo. È tradizione, da tempo … Continua a leggere

Ilsimbolo del Papa V

Nel cantone sinistro della cappa, compare un orso, di colore bruno (al naturale), che porta un fardello sul dorso. Un’antica tradizione racconta come il primo Vescovo di Frisinga, san Corbiniano (nato verso il 680 in Chartres, Francia, morto l’8 settembre 730), messosi in viaggio per recarsi a Roma a cavallo, mentre attraversava una foresta fu assalito da un orso, che … Continua a leggere